Sito tradotto in italianoTranslate site in English Facebook

1° “Our Vintage Soul”

Il volume 1 di Our Vintage Soul, prima parte della Fender Vintage Collection, è ancora disponibile per l'acquisto:

  • Libro fotografico a colori di 303 pagine
  • Copertina cartonata
  • Tiratura limitata (3000 copie)
  • Numero seriale
  • Dedica autografata su richiesta
  • Costo del volume: € 39,00
  • Spese di imballaggio e spedizione: € 11,00 (per l'Italia) - € 24,00 (per l'Europa) - € 34,00 (per il resto del mondo)
  • Pagamento:
    • bonifico bancario anticipato intestato a Prisma Melody Club (qui le coordinate bancarie)
    • PayPal - indirizzo dell'account: flavio.camorani@alice.it
  • Per info: Prisma Melody Club (3388784320) o e-mail.

Backstage

Our Vintage Soul

Il progetto di “Our Vintage Soul” è il “frutto stampato” di tanti studi fatti con Vincenzo Atzori, atti alla conoscenza del vero mondo creato da Leo Fender e i suoi storici collaboratori dal 1951.

Diversi anni fa, sfogliando un libro riportante le foto della collezione privata di Rick Nielsen, provai la curiosità personale di vedere quegli stessi anche all’interno, capire come erano stati costruiti e cercare di spiegarmi le ragioni dell’enorme differenza di qualità sonora e dinamica rispetto a quelli prodotti successivamente malgrado l’alta fattura e pregio. Sposai con Vincenzo l’idea di un fotografico che non avesse la presunzione di elevarsi a libri ed opuscoli già esistenti del settore, ma che riportasse tutti gli esemplari, anno per anno, nei vari modelli ed epoche di produzione, che desse la possibilità di confrontarli nelle stesse pose per carpirne le differenze. Il prodotto è la somma della genialità fotografica di Vincenzo e della mia manualità, e garantisco che lo sforzo profuso è stato enorme, anche se il risultato finale ci ha poi ripagato.

Tengo a sottolineare che noi, prima di allestire questo set fotografico, non avevamo alcuna esperienza di fotografia professionale, esposizioni, riflessi e luci. Abbiamo impiegato tre giorni e tre notti unicamente per ottenere soggetti senza riflessi e ombre, creando lo sfondo del set da vecchie lenzuola macchiate con vernice a spray, sorretto da mollette stendipanni e utilizzando polistirolo da imballaggi per sostituire i professionali ombrelli spargiluce.

Magari Vincenzo si risente per il racconto di questi particolari che faranno sorridere i professionisti del settore, e ci renderanno forse dilettanti, ma è motivo di grande fierezza ed orgoglio raccontare che con i nostri pochi mezzi, tanta fatica e passione, stress, rabbia e scoramento talvolta, abbiamo scalato con successo la prima metà dell’impresa.

Per realizzare le foto abbiamo sottratto alla nostra vita e ai nostri affetti un’intera settimana del Natale 2004, durante quale abbiamo lavorato fino a 18-19 ore al giorno senza soste. Si immagini Flavio che smonta e archivia i preziosi strumenti usando piccoli bicchieri in plastica e bigliettini con le datazioni seriali ed un intero appartamento cosparso sui mobili, sui letti, sulle sedie, a terra... ovunque, di stratocaster, telecaster, bassi e amplificatori smontati totalmente, fotografati e successivamente rimontati: 80 strumenti, 16 amplificatori con custodie ed accessori!

Non si pensi però che il lavoro fosse terminato, perché mancava tutto il resto: editore, impaginazione, scelta e messa a punto di foto e didascalie, carte d’identità contenenti i particolari, copertina, stampa, tipologia della carta, confezionamenti e altri aspetti che nei mesi successivi hanno ultimato la nostra opera di autodidatti. Ultimo tassello dell’opera è stata la nostra vidimazione manuale di ogni copia con timbro numerico.

Purtroppo, come spesso accade, a causa della premura e inesperienza, sono emersi alcuni errori di stampa, ed un foglio di Errata Corrige compare in coda al libro, così come una seconda appendice di correzione comparirà sul secondo volume in attuale lavorazione.

Nel secondo volume compariranno gli oltre quaranta strumenti assenti nel primo volume e sarà, al contrario del precedente, ricco di schede, particolari fotografici e considerazioni mie e di Vincenzo redatte grazie alla collaborazione fondamentale di Michela Taioli per le dattilografie e correzioni linguistiche, alle traduzioni in lingua inglese a cura dell’amico Claudio Dini di Vintage Corner e alle grafiche di Matteo Camorani. Al secondo volume saranno altresì annessi i fotografici di alcune custodie e strumenti in migliori condizioni di conservazione delle precedenti, cataloghi e poster in seguito acquisiti, e reportage di anni di studi miei e di Vincenzo.

Il Fender Museum è mia ufficiale competenza, ma sempre e comunque condiviso nei meriti con Vincenzo, unico vero compagno di lavoro, di passione e di vita. È anche grazie a lui se ho realizzato la più completa raccolta Fender al mondo di unica proprietà... grazie Enzino.

Flavio

Alcune foto

Clic per ingrandire (il caricamento può richiedere un po' di tempo)

  • Necks Necks
  • Necks Necks
  • Necks Necks
  • Bodies Bodies
  • Bodies Bodies
  • Necks + Bodies Necks + Bodies
  • Stand Stand
  • Our Vintage Soul Our Vintage Soul
  • Our Vintage Soul Our Vintage Soul
  • Our Vintage Soul Our Vintage Soul
  • Flavio & Vincenzo Flavio & Vincenzo
  • Flavio & Vincenzo Flavio & Vincenzo

Tutte le foto appartengono ai rispettivi autori.

Per info: Flavio Camorani 3388784320

Legale Rappresentante di Prisma Melody Club - Via Trentola, 74 (Forlì) - Part. iva 03300500406

© 2008-2017 - Tutti i diritti riservati. Un ringraziamento speciale a Claudio Dini per le traduzioni.

Web design by Matteo Camorani